La Croce Rossa Stampa

Henry DunantEra il 24 giugno del 1959, e il mercante ginevrino Henry Dunant, recandosi a un'importante udienza con l'imperatore francese Napoleone III, si trovò a passare nei pressi di Castiglione delle Stiviere. Contemporaneamente in quei territori, tra Castiglione e Solferino, le truppe francesi e italiane si stavano battendo contro l'esercito austriaco, in una terribile e sanguinosa battaglia. La scena che si presentò ai suoi occhi era molto cruenta; si trovò di fronte migliaia di feriti, e nessuno che si prendeva cura di loro, e senza esitare chiese aiuto alla popolazione locale per improvvisare i soccorsi ad entrambi gli eserciti, indipendentemente dalla loro uniforme.
Fu così che Dunant e le donne di Castiglione aiutarono più di un migliaio di soldati italiani, austriaci e francesi...

Dunant raccolse tutte le sue memorie di quei giorni nello scritto “Souvenir da Solferino”, con lo scopo di portare un po' di umanità nel massacro della guerra. Il testo porta con sé due idee rivoluzionarie per l'epoca:

Fu così che nel 1863, insieme ad altri quattro cittadini svizzeri, Dunant fondò il “Comitato dei Cinque”, il predecessore dell'odierno Comitato Internazionale di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa (CICR).

Il 22 agosto 1864 i rappresentanti di tutti gli Stati si riuniscono nella I Conferenza Internazionale, e con la stesura della I Convenzione di Ginevra, nasce ufficialmente il Movimento Internazionale di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa.

Le Convenzioni di Ginevra:

Il movimento oggi
Oggi il Movimento Internazionale di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa conta 187 Società Nazionali all'interno di altrettanti Paesi, e si compone di due organi:

COMITATO INTERNAZIONALE (CICR)
Ha sede a Ginevra e 1.Interviene in caso di conflitti armati 2.È il custode del Diritto Internazionale Umanitario 3.Si occupa del ricongiungimento familiare e della ricerca dei dispersi a seguito di grandi flussi migratori, conflitti, catastrofi...

FEDERAZIONE INTERNAZIONALE (FICR)
Nasce nel 1919 per occuparsi di tutte quelle attività ordinarie, che non rientrano nel conflitto armato, e 1.Interviene in caso di calamità naturali 2.Gestisce le 187 società nazionali in tempo di pace e nelle attività ordinarie